La fototerapia migliora l’insonnia e i sintomi della depressione

Quando la depressione arriva con il brutto tempo: la Sindrome Affettiva Stagionale

E’  arrivato l’autunno: le giornate si accorciano, la temperatura si abbassa e.. l’umore ne risente. L’arrivo dei primi freddi comporta il riacutizzarsi di molte forme depressive e rappresenta un periodo a rischio per l’insorgere della  Depressione Stagionale.
La Sindrome Affettiva Stagionale  ( SAD)  e’ un disturbo caratterizzato da sintomi simili a quelli della depressione. che insorge in particolari periodi dell’anno ( solitamente tra ottobre e novembre quando le giornate cominciano ad accorciarsi) e scompare con l’arrivo della primavera.
Le persone affette da SAD lamentano apatia e svogliatezza, malinconia e irritabilità, calo della libido ed un forte desiderio di dolci o carboidrati che può condurre ad un aumento di peso indesiderato.
Un altro sintomo comune e’ l’eccessiva stanchezza che non scompare neppure dopo una notte di sonno. I pazienti che soffrono di SAD riferiscono di dormire a lungo ma di svegliarsi piu’ stanchi di quando sono andati a letto.

Perche’ il sole mette di buon umore
La relazione tra luce solare e’ tono dell’umore e’ ben  documentata. Nei paesi nordici , per esempio, caratterizzati da un inverno lungo e rigido, il tassi di depressione sono superiori a quelli dei paesi del sud del mondo.
Nel caso della Depressione Stagionale si e’ ipotizzato che che la minore esposizione alla luce solare che si ha durante la stagione invernale possa causare,nelle persone predisposte, un alterazione della chimica celebrale.
Nello specifico sembra che  la carenza di  luce solare influenzi il livello di Serotonina del sistema neuropsicologico, con il conseguente calo di umore ed energie e che porti  ad una diminuzione  della quantità di Melatonina, un ormone fondamentale alla base dei ritmi psico-biologici vitali dell’individuo.

La fototerapia che aiuta  l’umore
I sintomi del Disturbo Affettivo Stagionale migliorano con l’esposizione alla luce solare. Chi soffre di Sad dovrebbe cercare di trascorrere almeno 30 minuti al giorno all’aria aperta: sembra che persino l’esposizione ai deboli raggi del sole invernale possa migliorare il tono dell’umore.
La fototerapia e’ la migliore arma contro questo specifico disturbo consiste nell’esporsi a grandi quantità di luce naturale simulata, attraverso un apparecchio denominato “LightBox.
La light box e’ una lampada che emette un intensità di luce di 10.000 lux , pari a quella della luce esterna poco dopo l’alba  e 10 o 20 volte superiore a quella della normale luce artificiale.
La fototerapia sembra avere  un benefico effetto anche sull’insonnia dei pazienti depressi. L’esposizione ad una luce ad ampio spettroo anticipa l’orologio biologico che regola il ritmo veglia-sonno che nei pazienti depressi pare abbia una desincronizzazione interna in ritardo.

 

 

 

By | 2013-10-15T10:49:29+00:00 15 ottobre 2013|Depressione e Disagio Psicologico, Narcisismo|0 Comments

Libro : Questioni di ormoni. Ritrova te stessa e l’equilibrio del tuo corpo in modo naturale

 

Gli ormoni giocano un ruolo chiave nel mantenimento del benessere psicofisico di una persona ma se gli effetti degli ormoni  sul corpo sono ben conosciuti, quelli sulla psiche vengono spesso sottovalutati.
In fasi delicate della vita di una donna, come dopo aver dato alla luce un figlio o in menopausa, si possono verificare degli squilibri ormonali che possono causare dei gravi disagi.
Gli sbalzi d’umore, l’irritabilità, la mancanza di desiderio sessuale possono essere causati, almeno in parte, da uno scompenso ormonale che può essere corretto con l’alimentazione, gli integratori alimentari e un supporto ormonale.
(E’ superfluo aggiungere che le prescrizioni fai da te possono essere gravemente dannose e che bisogna rivolgersi ad uno specialista).
Le autrici, una endocrinologa e una nutrizionista, esaminano alcune delle problematiche femminili piu’ comuni quali la sindrome premestruale, la depressione post partum, sbalzi di umore in premenopausa, illustrando casi trattati con successo e fornendo dei consigli dietetici per ogni disturbo.
Le autrici dedicano una particolare attenzione alle problematiche della premenopausa, una fase della vita, in cui a causa delle continue modificazioni ormonali,  molte donne possono cominciare a soffrire di sbalzi d’umore e cominciare a sentirsi particolarmente fragili ed emotive.

Compra il libro

By | 2013-10-11T07:50:19+00:00 11 ottobre 2013|Libri di Psicologia, Vari|0 Comments

Come vivere al meglio la premenopausa e la menopausa

Menopausa: la morte della femminilità?

Sarà anche una tappa naturale della vita di una donna ma la menopausa rappresenta spesso una fase difficile e sofferta dell’esistenza femminile, il cui superamento richiede un processo di lutto  e la ridefinizione della propria identità.
La donna in menopausa e premenopausa vive un processo fisico e psicologico per certi versi analogo a quello adolescenziale: il corpo cambia e cambia in peggio in una sorta  di “pubertà all’incontrario”, in cui non si sa cosa aspettarsi da un mese all’altro e in cui piccoli acciacchi e dolori in precedenza sconosciuti, turbano quello che prima era un equilibrio quasi perfetto.
In premenopausa il corpo diventa fonte di imbarazzi e di insicurezze che ricordano quelle della pubertà (che vergogna  avere quelle vampate di calore davanti a tutti!) e causa in molte donne un vissuto di ansia e di instabilità.
Una delle sfide principali dell’adolescenza e’ quella di accettare di avere un corpo sessuato, nella menopausa la sfida e’ quella di accettare di avere un corpo che non e’ piu’ quello di una volta, un corpo che non e’ piu’ oggetto di desiderio ( o che comunque lo sarà sempre meno in un futuro).
Certo la menopausa non e’ la fine della femminilità e la seduttività ma questi aspetti si modificano in modo significativo e si ripercuotono sulla sfera sessuale che può diventare  problematica o meno piacevole  di un tempo.
Tutti questi aspetti contribuiscono a spiegare il vissuto depressivo ,cosi frequente nelle donne in menopausa, legato alla sensazione di ” non essere piu’ una donna”. (altro…)

By | 2013-10-08T11:45:29+00:00 8 ottobre 2013|Fasi della vita|6 Comments

Libri: Perchè l’amore fa soffrire?

 ” Perchè l’amore fa soffrire?” è un interessante e dettagliata analisi sociologica della fragilità dei legami affettivi.
La tesi dell’autrice, un affermata docente di sociologia  e autrice di ” Intimità fredde. Le emozioni nella società dei consumi”, è che i rapporti siano in crisi e che questa crisi sia dovuta alle recenti trasformazioni della società. 
La rivoluzione sessuale ha comportato una rivoluzione del rapporto tra i due sessi  con ripercussioni non sempre positive sulla coppia, in particolare per quanto riguarda la realizzazione della donna.  
L’autrice   – attraverso un paragone con atteggiamenti e comportamenti di altri secoli, condotto attraverso un’analisi dei romanzi e dei diari – mette in dubbio che si tratti davvero di una «liberazione» delle donne.
Nel secolo XIX, spiega la sociologa, la scelta del coniuge avveniva all’interno di un circolo relativamente chiuso di famiglie conosciute e della stessa classe sociale.
Il corteggiamento avveniva attraverso una serie di rituali che confermavano lo status socio-economico e culturale della persona scelta e mostravano che era dotata del necessario «carattere morale».

(altro…)

Libri: Vietato ai minori

Malscritto e tristemente autobiografico ” Vietato ai minori” racconta di un adolescente che passa da un esperienza sessuale all’altra fino a diventare una baby prostituta.
Veronica, una quattordicenne come tante altre, viene da una famiglia agiata, molto piu’ attenta all’apparenza e al look che ai valori e ai rapporti umani.  Dal punto di vista materiale Veronica ha tutto ma sotto il vestito firmato non c’è nulla. I genitori, troppo impegnati a distruggersi a vicenda, sembrano non accorgersi dell’esistenza della figlia alla quale chiedono solo di incarnare agli occhi degli altri lo stereotipo della figlia modello. Veronica non deve dare problemi, deve andare bene a scuola ma soprattutto deve far fare loro bella figura.
Cresciuta in questo vuoto affettivo, Veronica si affaccia alla sessualità in un escaltion di esperienze inizialmente ” normali” e poi via via piu’ estreme fino ad arrivare alla prostituzione.
Una scelta che viene compiuta senza ragioni e con grande  superficialità: non è l’amore che Veronica cerca e neppure il sesso.
Non è il brivido della trasgressione e neppure una richiesta mascherata di aiuto quella che spinge la ragazzina a prostituirsi bensì il desiderio di compiacere e di imitare la sua migliore amica Viola , una coetanea che si vende per una ricarica di cellulare o un vestito firmato. (altro…)

By | 2016-05-30T11:52:43+00:00 14 maggio 2013|Vari|0 Comments

Attaccamento e amore

Che cos’è l’amore?
” Amore” è forse una delle parole piu’ usate ma esiste poca concordanza sul vero significato di questo termine.  Ciascuno, infatti, ha un suo concetto personale dell’amore e della coppia e un modo particolare per esprimere questo sentimento. Alcune persone vivono l’amore in un modo travolgente e passionale, colmando la persona amata di attenzioni e sorprese, altri vivono l’affettività in modo piu’ riservato e distaccato.
Anche se ogni individuo differisce dall’altro nel modo di amare, gli psicologi hanno individuato quattro principali modalità di vivere l’ affettività.
Questi diversi stili affettivi dipendono da quello che gli psicologi chiamano ” i modelli di attaccamento”. 

Amiamo come siamo stati amati
Il nostro modo di vivere i rapporti con gli altri di qualsiasi natura siano ( di coppia, amicali, con i figli) dipende in modo rilevante dalla relazione che abbiano interiorizzato con la nostra figura di accudimento principale.
In sintesi, amiamo come siamo stati amati. (altro…)

By | 2016-06-17T11:46:54+00:00 2 maggio 2013|Amore e disamore|38 Comments

Lo lascio o non lascio? Il “doc da relazione”

   Non riesco a capire se è la persona giusta
 State insieme ormai da tempo e tu non riesci  ancora a capire che cosa provi veramente per il tuo partner.  A volte ti sembra di amarlo, altre volte non ti piace neppure. Spesso ti chiedi se è la persona giusta e non riesci a trovare una risposta a questa domanda: il tuo partner è fantastico per certe cose ma carente sotto altri aspetti..che fare?  
Nei casi peggiori , anche se  hai la sensazione di non  essere innamorato di lui/ lei, non riesci a lasciarlo.  E se lo lasci e poi te ne penti? E se poi scopri che ti manca? E se poi non trovi nessun altro? E se invece stai con lui/ lei e ti lasci sfuggire il vero amore della tua vita? E invece se? E se, se..
Insomma il tempo passa,  i dubbi restano e tu sei sempre piu’ incapace di prendere una posizione ben precisa verso il tuo partner: non riesci a lasciarlo ma nemmeno ad impegnarti con lui/lei. (altro…)

By | 2016-05-31T06:21:10+00:00 29 marzo 2013|Amore e disamore|194 Comments

Coppia: come far durare l’amore nel tempo

+

  Anatomia di una separazione
Le relazioni amorose sono sempre piu’ fragili: la durata media di un matrimonio viene stimata sui quindici anni e sempre meno persone scelgono di sposarsi, convivere o dar vita ad una coppia stabile.
 Sembra proprio che una volta finita la fase della luna di miele, la passione e l’entusiasmo degli inizi diventino un pallido ricordo.
Le richerche condotte da J. Gottman sull’argomento hanno evidenziato come poche coppie divorzino perchè non vanno d’accordo o per una reale incompatibilità di carattere. 
Secondo lo studioso, la maggior parte dei divorzi dipende da un progressivo affievolirsi dei sentimenti d’amore, rispetto e ammirazione verso il partner. 

(altro…)

By | 2013-03-07T13:20:29+00:00 7 marzo 2013|Amore e disamore|5 Comments

Libro: Che cosa ti manca per essere felice?

La felicità per molti è un miraggio lontano. Ci diciamo che saremmo felici quando avremo trovato l’amore o avremo un figlio o la nostra carriera decollerà. E intanto i nostri giorni trascorrono nel grigiore. Oppure, teoricamente avremmo tutto per essere felici: la salute, una famiglia, una buona situazione lavorativa..eppure siamo sempre scontenti.
La felicità, lo sappiamo bene, dipende dal modo in cui si guarda la vita piu’ che dalle circostanze esterne. ” Si” potrebbe obiettare qualcuno” ma nella mia situazione..”.
Eppure, sostiene l’autrice del libro, si può essere felici anche in una situazione di vita molto difficile come un handicap grave. La protagonista, Simona Atzori, è nata senza braccia ma non rinuncerà ad essere felice malgrado le severe limitazioni fisiche. E con il tempo riuscirà a realizzarsi pienamente come donna, come artista e come mamma.
Il suo segreto? La capacità di perseverare  nelle difficoltà  di concentrarsi su quello che si ha invece che su quello che manca. 
Perchè leggerlo? Il libro contene un messaggio di speranza davvero prezioso in tempi come questi.

Compra il libro

By | 2013-02-12T13:52:23+00:00 12 febbraio 2013|Libri di Psicologia, Benessere Psicologico|0 Comments

La noia: capirla e superarla.


Cos’è la noia?
A tutti è capitato di fare esperienza della noia, magari in una piovosa domenica pomeriggio dove non c’è niente da fare, fuori fa freddo e non c’è nessuno con cui uscire.
La noia di cui parlo in questo articolo nasce da un vissuto più profondo.
Non è la noia  che nasce dall’ assenza di stimoli: è la noia che nasce dal non riuscire a provare interesse per le cose che si fanno e per le persone che ci circondano.
Chi si annoia in questo modo vive una quotidianità dove niente lo emoziona, lo coinvolge e lo entusiasma.
L’annoiato sogna un cambiamento radicale, qualcosa che aggiunga colore alla propria esistenza ma nel concreto non sa indicare che cosa potrebbe migliorargli la vita.Talvolta  le persone facili alla noia per sfuggire a questo stato d’animo  rincorrono sempre nuovi stimoli:  devono conoscere continuamente nuovi amici,  provare nuovi locali, inventarsi mille cose da fare e persino ( in casi particolari) provare sport estremi o esperienze sessuali al limite. (altro…)

By | 2013-02-09T15:21:24+00:00 9 febbraio 2013|Depressione e Disagio Psicologico|16 Comments