Libro: Quello che gli uomini non dicono. La crisi della virilità

Tra i tanti fenomeni emergenti di questi ultimi anni c’è sicuramente la crisi dell’uomo, inteso come essere di sesso maschile. È debole, demotivato, solo. Alcuni uomini sono depressi, ansiosi; sperimentano un senso di inadeguatezza in famiglia, sul lavoro, e con gli altri uomini. Hanno scarsa autostima e poca fiducia in sé e nelle proprie capacità; si sentono timidi, deboli anche in relazione al rapporto con le donne. 
Le ricerche dicono che aumenta l’impotenza maschile, l’ansia da prestazione sessuale, l’infertilità maschile persino una graduale riduzione del desiderio sessuale e del livello di testosterone.
È una crisi di virilità. Virilità intesa  nel senso piu’ profondo del termine come intesa come assertività, coraggio, fortezza, capacità di proteggere i propri cari e di prendersi le proprie responsabilità.
La crisi della virilità è per l’uomo una crisi d’identità: egli non sa più chi è, come è, come dovrebbe essere e come lo vogliono gli altri. Ci prova, ad accontentare tutti, ma non funziona: sembra che nessuno sia contento di lui. 
La crisi della virilità si riverbera nei rapporti tra uomo e donna e tra padre e figlio diventati sempre piu’ difficili: da tempo gli addetti ai lavori hanno notato come ci siano sempre meno padri e sempre piu’ ” mammi”.
Secondo l’autore, la crisi della virilità è originata dai recenti mutamenti culturali e sociali. 
L’affermarsi di una concezione filosofica che vede le differenze psichiche tra i due sessi come  differenze artificiali frutto di costrutti culturali da eliminare con qualsiasi metodo si ritenga utile, ha portato uomini e donne a perdere sempre di piu’ il loro ruolo. 
Il maschio vive un disagio profondo frutto della contraddizione fra ciò che culturalmente è indotto a rinnegare (la virilità), e i suoi istinti fondamentali.
La strada per uscire da questa crisi della virilità?
Riconoscere questo disagio, riscoprire la bellezza di sentirsi autenticamente maschi, nello sport, nella natura, con le donne, smettendo di autocommiserarsi e di vergognarsi dei propri desideri, non rinunciando mai ad esprimere le proprie idee e i propri sentimenti per quanto “scorretti” possano sembrare secondo i canoni culturali dominanti.
L’autore offre dei consigli pratici e dettagliati per migliorare la propria autostima e  per riscoprire la propria forza. 

Il presente articolo ha una valenza di carattere informativo.

Purtroppo, a causa dell'elevato numero di commenti e di lettere che ricevo tutti i giorni, non riesco a rispondere a tutti (come vorrei) e a farlo in tempi brevi. Inoltre le risposte ai commenti sono molto sintetiche, considerata anche la natura pubblica del sito web.

Se desideri avere un aiuto urgente e mirato riguardo le tematiche affrontate ti consiglio di richiedere una Consulenza Psicologica.
Per maggiori informazioni clicca qui.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.

By | 2013-01-26T11:17:16+00:00 26 gennaio 2013|Libri di Psicologia, Affettività e sessualità|0 Comments

Leave A Comment