Genitori e bimbi, Stop vi dice come ritornare a scuola senza più paure (Pubblicato su Stop 14/09/2012)

By | 2012-09-20T10:43:56+00:00 20 settembre 2012|Lavoro e Studio, Articoli pubblicati su riviste|

L ’esperta:” Prepariamo gradualmente i nostri figli agli orari delle lezioni. I compiti? Devono farli da soli e alternarli con il gioco”.
Ritornare in ufficio dopo le ferie, lo sappiamo bene tutti, è un vero incubo.
Ma il dramma del dopo vacanze non è esclusiva degli adulti: anche i piccoli di
casa, infatti soffrono di stress da rientro a scuola.I ragazzi infatti devono dire addio, almeno fino alla prossima estate, ai lunghi pomeriggi d’ozio sotto il solleone, per ritornare alla quotidianità scandita dalla sveglia mattutina e da una pesante cartella,
zeppa di libri e di responsabilità. Insomma pure i bambini possono essere soggetti ad uno stato psicologico transitorio caratterizzato da tristezza e di cattivo umore.
Mamma e papà sanno bene di che cosa si tratta : il ragazzo fa più capricci del solito per finire i compiti, scalpita per uscire a giocare e non tollera la frustrazione di un esercizio noioso.
Ma rendere più indolore il ritorno sui banchi dei figli è possibile. (altro…)

Il mobbing

By | 2016-05-31T06:20:15+00:00 29 gennaio 2012|Lavoro e Studio|

La persecuzione psicologica sul posto di lavoro

Il termine mobbing è ormai entrato a  far parte del vocabolario del mondo del lavoro; si calcola (per difetto) che in Italia ci siano almeno un milione e mezzo di lavoratori mobbizzati.
Con il termine mobbing (che deriva dal verbo inglese mob: attaccare, aggredire in massa) si intendono una serie di comportamenti aggressivi messi in atto dal datore di lavoro o dai colleghi  ai danni di un lavoratore allo scopo di distruggerlo socialmente e psicologicamente. 
Lo scopo del mobbing è quello di indurre la persona mobizzata a licenziarsi o a provocarne il licenziamento senza che si crei un caso sindacale. (altro…)

Come essere piu' sicuri all'esame di maturita'

By | 2011-06-22T08:25:31+00:00 21 giugno 2011|Lavoro e Studio|

I deleteri effetti dell’ansia
La data degli orali si avvicina, il termometro finalmente  sale ..e l’ansia aumenta:proprio adesso che avresti più bisogno di lucidità e concentrazione per lo sprint finale, non riesci a studiare.
Quando ci provi, infatti, senti la mente vuota, fai fatica a concentrarti e a memorizzare.
In compenso una cosa ti riesce benissimo: preoccuparti per l’esame!
Se ti sei riconosciuto in questo ritratto: non ti allarmare,  puoi sconfiggere l’ansia e arrivare all’esame sicuro e  tranquillo.
Ma, dato che le cause dell’ansia da esame possono essere di diverso tipo, ti daremo dei consigli personalizzati in base al tuo modo di studiare e alla tua preparazione. (altro…)

Come smettere di rimandare le cose e cominciare a farle

By | 2012-10-04T08:29:28+00:00 11 maggio 2011|Lavoro e Studio, Migliorare se stessi|

Che cos’è la procrastinazione?
“Domani smetto di fumare, la settimana prossima mi metto a dieta, da lunedì inizio a studiare per l’esame..” quante volte abbiamo fatto a noi stessi queste promesse senza riuscire a mantenerle? Gli psicologi chiamano “procrastinazione” l’abitudine di rimandare le cose da fare sempre in un altro momento. (altro…)