Aiutati con i gruppi di auto-aiuto

Hai mai sentito parlare dei gruppi di auto aiuto? In America, i gruppi di auto aiuto sono una realtà ormai consolidata, in Italia i gruppi di auto aiuto sono ancora un fenomeno relativamente poco diffuso e poco conosciuto. Se stai vivendo una situazione difficile, per esempio , sei un genitore di un bambino disabile oppure un tuo caro ha problemi con l’alcolismo, oppure tu soffri per una malattia cronica, i gruppi di auto aiuto possono darti quel supporto pratico ed emotivo di cui hai bisogno. Scopri con questo articolo il mondo dell’autoaiuto!

Che cosa sono i gruppi di auto aiuto?
I gruppi di auto aiuto sono gruppi formati da persone che stanno vivendo situazioni di vita simili e che condividono lo stesso obiettivo.

Può trattarsi di cambiare un comportamento disfunzionale (come, per esempio, vincere la dipendenza dal alcool), superare un momento difficile ( ad esempio, la morte di una persona cara), oppure, darsi reciprocamente un supporto pratico ed emotivo in una determinata situazione ( esempio genitori con bambini portatori di handicap).

Come funzionano i gruppi di auto aiuto?
Per “auto-aiuto” si intende un particolare modo di affrontare i problemi delle persone, dove il prefisso “auto” non significa “da soli “, ma “l’uno con l’altro”: “aiutarsi l’uno con l’altro “.

Nel gruppo, le persone sono accomunate dagli stessi problemi, sono in una condizione di parità e di scambio : ciascuno dà aiuto agli altri e allo stesso tempo lo riceve.

Lo scopo essenziale del gruppo di auto mutuo aiuto è di dare, a persone che vivono in situazioni simili, l’opportunità di condividere le loro esperienze e di aiutarsi a mostrare l’uno all’altro come affrontare i problemi comuni

Si acquisiscono così specifiche informazioni riguardanti soluzioni pratiche apprese dall’esperienza diretta, che di solito non sono ricavabili né dai libri, né dagli operatori professionali, né dalle istituzioni assistenziali.

Il gruppo di autoaiuto diventa una specie di piccolo sistema sociale dove membri del gruppo si ritrovano quindi inseriti in una sorta di piccolo sistema sociale in cui smettono di essere dei portatori di qualche disagio e diventano invece membri di una rete quasi familiare.

Come si svolge un’incontro di autoaiuto?
Alcuni gruppi di autoaiuto seguono una prassi standardizzata : è il caso, per esempio, degli alcolisti anonimi che si basano sul modello dei 12 passi.

Altri gruppi, invece, preferiscono non strutturare gli incontri e lasciarli alle esigenze e all’ispirazione dei partecipanti.

In ogni caso, il clima degli incontri è accogliente e informale : i membri del gruppo possono mettere a nudo ansie e paure senza essere giudicati o criticati.

In molti gruppi è prevista la figura di facilitatore, che può essere una figura professionale o un membro del gruppo più esperto.

La funzione del facilitatore è quella di facilitare la comunicazione, per esempio stimolando i membri del gruppo più riservati ad aprirsi.

Gli incontri hanno, in genere, una cadenza settimanale e sono gratuiti , anche se in qualche caso può essere richiesta una modica cifra per contribuire all’affitto del locale dove si svolgono le riunioni.

Quali sono i vantaggi di partecipare ai gruppi di autoiaiuto?
I membri di un gruppo di auto aiuto stanno vivendo una situazione caratterizzata dagli problemi. Conoscere persone che hanno attraversato o stanno attraversando le stesse difficoltà, fa sentire meno soli e aiuta a capire che sentimenti e reazioni che sembrano “cattivi” o “stupidi “, non sono affatto tali.

Inoltre, incontrare persone che hanno superato gli stessi problemi, o hanno trovato modi ottimali per affrontarli e gestirli può regalare speranza e ottimismo. Confrontandosi con persone che hanno vinto certi ostacoli ,si possono acquisire le competenze sia dal punto di vista psicologico che operativo, per avere il maggior controllo possibile sul problema, invece di esserne controllati.

Il clima è spontaneo ed informale del e il fatto di dare aiuto, oltre che riceverlo, aiuta a liberarsi dal senso di impotenza e di sfiducia in se stessi che spesso si prova in situazioni di disagio e di difficoltà.

In alcuni casi, i gruppi di auto aiuto forniscono anche un sostegno pratico che in certe situazioni può essere prezioso: per esempio , per un gruppo di auto aiuto di familiari di una persona malata cronica, può trattarsi di una sostituzione nel prendersi cura dell’ammalato.

Elenco dei gruppi di autoaiuto.
Abbiamo creato una pagina dove troverai un elenco di alcuni gruppi di auto aiuto presenti sul territorio italiano.

 

Dottoressa Anna Zanon

Il presente articolo ha una valenza di carattere informativo.

Purtroppo, a causa dell'elevato numero di commenti e di lettere che ricevo tutti i giorni, non riesco a rispondere a tutti (come vorrei) e a farlo in tempi brevi. Inoltre le risposte ai commenti sono molto sintetiche, considerata anche la natura pubblica del sito web.

Se desideri avere un aiuto urgente e mirato riguardo le tematiche affrontate ti consiglio di richiedere una Consulenza Psicologica.
Per maggiori informazioni clicca qui.

Copyright © 2011. All Rights Reserved.

By | 2011-05-26T15:28:52+00:00 11 Maggio 2011|Risorse Autoaiuto|1 Comment

One Comment

  1. Katia 13 Marzo 2016 at 12:22 - Reply

    Buongiorno collega, mi chiamo Katia, e ho visto che ti occupi di gruppi di sostegno. Siccome anche io vorrei iniziare a svolgerli volevo sapere se avevi svolto qualche tipo di formazione per diventare facilitatore.
    Grazie

Leave A Comment